Asfalto riciclatoInfo macchinariRiciclatore D’asfalto KM-T2

Cattiva manutenzione: quali rischi?

La perdita di aderenza degli autoveicoli a causa della discontinuità del manto stradale, è una delle ragioni più rilevanti di incidente.
Molto spesso una cattiva manutenzione è più dannosa dell’assenza di intervento.

Nella generalità degli interventi realizzati d’urgenza per “tappare le buche”, si ricorre a metodi sbrigativi con scarsa durabilità.

Questi metodi definiti “a freddo”, sembrano meno onerosi, veloci nella realizzazione, ma incideranno sulle tasche del committente molto di più a causa della propria natura non risolutiva e non durevole nella tecnica d’intervento.

Infatti, l’intervento a freddo non garantisce la coesione del vecchio conglomerato con il nuovo che viene semplicemente posato e battuto. Quest’ultimo si comporterà come un “tappo”.

Tuttavia, le vibrazioni dovute al passaggio di autoveicoli, infiltrazioni meteoriche, variazioni di temperatura porteranno al suo disgregarsi ottenendo soltanto un manto stradale nuovamente degradato. 

Inoltre i rappezzi possono diventare molto pericolosi per i motociclisti se vengono realizzati in modo impreciso, non ponendo cura nel regolarizzare i bordi della porzione sottoposta ad intervento e nel parificarne il livello con quello della pavimentazione preesistente.

Come porvi rimedio?Buche stradali

Un rimedio semplice, rapido, permanente e basso costo in grado di sostituire l’asfalto a freddo ci viene offerta direttamente dal

responsabile commerciale – Sciuto Antonino – dell’azienda TS Asfalti S.r.l., che vanta un’esperienza decennale nel campo dell’asfaltatura stradale.
Numerosi sono stati i comuni Italiani che dopo aver visto i vantaggi di questo metodo innovativo, hanno sposato l’iniziativa della TS Asfalti, ovvero la promozione di metodi all’avanguardia della statunitense KM International di cui l’azienda è esclusivista in Italia.

La KM International è da 35 anni leader mondiale nel settore di attrezzature innovative per la manutenzione dell’asfalto.
Il punto forte della TS Asfalti è l’eco-sostenibilità degli interventi, tutto ciò reso possibile dall’uso di macchinari innovativi in grado di effettuare interventi di riparazione della pavimentazione stradale a IMPATTO ZERO.

Il metodo

Grazie al metodo Caldo-Caldo, eseguito tramite l’uso simbiotico di un riscaldatore ad infrarossi ed un termo-rigeneratore di asfalto le riparazioni effettuate risultano permanenti con costi economici e ambientali ridotti .

Questa tecnica sfrutta l’attitudine dell’asfalto ad essere rilavorato garantendo ottime prestazioni fisico-meccaniche del materiale.
Il riscaldatore d’asfalto ad infrarossi agisce direttamente sulla miscela bituminosa della zona in cui si va ad effettuare l’intervento di ripristino, con una profondità di azione 3/5 cm rendendo nuovamente lavorabile l’asfalto presente con un notevole risparmio sulla materia prima che altrimenti dopo la scarifica sarebbe stata destinata in discarica con ulteriori costi.

Grazie al termo-rigeneratore che garantisce il mantenimento dell’asfalto ad una temperatura lavorabile, è possibile completare il ripristino integrando semplicemente la quantità mancante di materiale atta a soddisfare i requisisti di sicurezza del piano viabile.
Questo tipo di intervento ha la caratteristica di garantire la piena coesione tra l’esistente e il nuovo il tutto per un tempo di intervento stimato intorno a 10 minuti.

La TS Asfalti S.r.l. è certa che un serio piano di manutenzione associato ad un monitoraggio delle condizioni permetta il mantenimento di un buon livello di prestazione della viabilità e garantisca sicurezza di tutti i fruitori dal pedone al motociclista, fino all’automobilista.

Cattiva manutenzione: quali rischi? ultima modifica: 2019-04-01T10:05:35+02:00 da TSASFALTI
ti è piaciuto l'articolo? condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *