Asfalto riciclato

TS Asfalti S.r.l. a sostegno dell’Economia Circolare

Pubblicato il

In un contesto evolutivo fortemente dinamico, quale quello attuale, si evince come l’attenzione rivolta verso il “fenomeno” del riciclaggio di materie prime, prodotti semi-lavorati e prodotti finiti vada piano piano rafforzandosi.

Provengono dall’Italia i risultati più incoraggianti, registrandosi un esito ben al di sopra della media europea, secondo dati Eurostat aggiornati al mese di Settembre 2017. Infatti il nostro paese, ricicla circa il 76,9% dei suoi rifiuti contro il 37% della media europea e il 54% di quanto registrato in Germania, anche se in termini di valore assoluto in Germania vengono riciclati circa 72 milioni di tonnellate di spazzatura, rispetto ai 56 milioni dell’Italia.1

Per riciclaggio dei rifiuti, si fa riferimento all’interezza delle pratiche adottate al recupero dei materiali utili dai rifiuti, i quali, altrimenti destinati allo smaltimento in discarica. Le attività di riciclaggio permettono dunque di ridurre lo spreco di materiali ancora potenzialmente utili, e perciò fortemente riutilizzabili, garantendo una evidente riduzione del consumo di materie prime, di utilizzo di energia elettrica per la produzione e di emissione di CO2 e annessi gas serra.2 L’importanza del fenomeno associato al riciclaggio dei rifiuti sfocia nella cosiddetta Economia Circolare, per la quale si intende un sistema economico “concepito per potersi rigenerare da solo”. Il sistema sopracitato è dunque programmato per il riutilizzo di materiali in ulteriori cicli produttivi, andando pertanto al di là del ciclo di vita del singolo prodotto per come idealizzato, riducendo al massimo gli sprechi e focalizzando la propria attenzione alla riduzione di esternalità ambientali negative3. L’adozione del modello in questione permetterebbe inoltre di creare nuovo valore sociale a livello globale, rafforzando l’armata dell’eco-sostenibilità disposta nella cosiddetta battaglia contro il buco dell’ozono.

A favore di tali tematiche si schiera anche l’azienda TS Asfalti S.r.l., esclusivista in Italia della KM International, inc. per la distribuzione di macchinari innovativi, concepiti per il riciclaggio dell’asfalto e per la realizzazione dei lavori di manutenzione stradale. La KM International è nel business della riparazione e manutenzione d’asfalto da quasi trent’anni e durante la sua lunga storia, ha ottenuto e sviluppato numerosi punti di forza che hanno favorito la reputazione mondiale nell’industria dell’asfalto come tecnologia ad infrarossi e standard “Green” (premio per ecologia) e “Gold”.

La funzione primaria della TS Asfalti è dunque di promuovere il riciclaggio dei materiali stradali esistenti attraverso diverse metodologie di riutilizzo dei materiali inerti, per preservare le risorse naturali limitate e ridurre i costi di produzione delle materie prime e di gestione dei macchinari normalmente necessari per il compimento di tali operazioni. I macchinari e le attrezzature da noi commercializzate permettono di incrementare l’efficienza e la produttività per appaltatori e pubbliche amministrazioni, rappresentando dunque una scelta redditizia.

Riciclatore asfalto fresato
Riciclatore d’asfalto KM T-2 TS Asfalti

Fiore all’occhiello dell’azienda è il Riciclatore d’asfalto KM T-2.

Il suddetto macchinario è in grado di produrre asfalto nuovo a partire da materiale riciclabile, che sia: a pezzi, polverizzato o fresato. Il fresato di asfalto, infatti, permette di essere riutilizzato senza necessità di ulteriori trattamenti presso un impianti di rigenerazione, come invece accade per la gran parte delle macerie dell’edilizia. L’impiego del riciclatore d’asfalto KM T-2 consente di ottenere un asfalto perfettamente lavorabile e conforme agli standard, con un abbattimento dei costi pari ad 1/4 del costo di produzione di asfalto in impianto e riducendo l’inquinamento atmosferico ad esso conseguente.

 

macchina tappa buche
Piastra ad infrarossi. Riparazione buche stradali

L’impegno avanzato dall’azienda TS Asfalti verso la cosiddetta Economia Circolare non termina esclusivamente con il Riciclatore d’Asfalto KM T-2, bensì viene rafforzato con la proposta di Piastre ad infrarossi. I riciclatori d’asfalto ad infrarossi permettono di effettuare riparazioni permanenti, senza giunture e ad un costo limitato grazie alla presenza di una speciale fibra in lana ceramica che acconsente un miglior irradiamento del calore. La zona di asfalto riscaldata, tramite la piastra ad infrarossi, permetterà la rivitalizzazione della mescola di bitume presente nel tappetino divenendo facilmente lavorabile. Tramite ridotte integrazioni di asfalto vergine è possibile effettuare riparazioni in situ di grate e ragnatele, nonché ordinarie riparazioni di buche stradali, in pochissimo tempo.

Riparazione buche stradali
Crack jet II per la riparazione di buche stradali

Conclude il set di attrezzature innovative proposte dalla TS Asfalti S.r.l. il Crack JET II per la manutenzione delle crepe stradali. La tecnologia a bordo del macchinario permette di effettuare la sigillatura a caldo delle fessure stradali, bloccando e riducendo il passaggio dell’acqua negli strati più profondi della pavimentazione il ché permette di evitare l’aggravarsi della fessurazione, prevenendo la conseguente formazione di fessure reticolari potenzialmente trasformabili in distacchi della pavimentazione.

L’azienda TS Asfalti S.r.l. riconosce l’importanza delle attività di riciclaggio e manifesta il proprio interessamento alle tematiche di eco-sostenibilità fornendo macchinari all’avanguardia finalizzati allo scopo citato. L’ITALIA ha bisogno delle sue strade, e tutti riconoscono che le stesse devono essere mantenute, conservate, e riabilitate, e che i metodi presentati da TS ASFALTI offrano meno costi e più qualità e lunga durata.

 

Dott. Francesco Saggio Tambone

1 Dati prelevati da LifegateLaStampa.it

2 Estratto da: it.wikipedia.org

3 Estratto da: Economiacircolare.com

 

Info macchinari

Piastre ad infrarossi – Riparazioni di buche Stradali, grate e ragnatele.

Pubblicato il

 

buche stradali
Riparazione buche stradali
Buche stradali
Riparazione buche stradali

Tramite l’utilizzo delle nostre piastre ad infrarossi, la riparazione e la manutenzione ordinaria del manto stradale avviene a costo ridotto e in tempi brevi, senza dover richiedere l’impiego esclusivo di asfalto nuovo, gettando in discarica il vecchio. Riscaldando e riutilizzando il vecchio materiale bituminoso, grazie all’aggiunta di ridotte quantità di bitume è possibile ottenere un risultato di alta qualità e con resistenza superiore agli attuali metodi di manutenzione. Come è possibile? Le nostre piastre ad infrarossi provvedono al riscaldamento non solo della zona interessata da crepe o ragnatele, ma anche al riscaldamento della cornice della stessa zona, vedi dimostrazioni. Ciò permette un processo di cementazione tra i due confini, caldo-caldo, che attribuisce alla zona riparata una maggiore resistenza alle esternalità climatiche e ambientali. Tramite ridotte integrazioni di asfalto vergine è possibile effettuare riparazioni in situ di grate e ragnatele, nonché ordinarie riparazioni di buche stradali, in pochissimo tempo. Ricicla il vecchio asfalto e rispetta l’ambiente. Scegli TS Asfalti S.r.l. Esclusivista europeo della K.M. International, inc

Per ulteriori informazioni sfoglia il nostro catalogo o contattaci via eMail all’indirizzo info@tsasfalti.it

 

Dimostrazioni

Dimostrazione Funzionamento Macchinari 16-17 Febbraio – Roma

Pubblicato il

Riparazione Grata

Riparazione Ragnatele

 

Dimostrazione funzionamento macchinari TS Asfalti – Roma. Utilizzo piastra ad infrarossi KM 2-18x per riparazione asfalto sul posto, tramite riscaldamento (caldo con caldo) della zona in cui operare. Tempo medio riparazione: 5 min. Asfalto recuperato con aggiunta di modestissima quantità di bitume vergine, tenuto a temperatura ottimale all’interno del nostro Termorigeneratore HotBox.